Questo sito contribuisce alla audience di Ricette di Viaggio Ricette di Viaggio
Top 15 film da vedere assolutamente su Netflix

Top 15 film da vedere assolutamente su Netflix

Ormai conosciamo tutti Netflix, non serve che io ti faccia una spiegazione generale questa volta… oggi andrò direttamente al dunque.

Netflix ha un catalogo così ampio e in evoluzione, che la domanda, quindi, diventa: quale film guardare? Oggi sono qui per dirti i top 15 film da vedere assolutamente su Netflix, ovviamente se tu non li abbia già visti, perché altrimenti sei davvero forte! Cercherò di spaziare in tutti i generi possibili, escludendo i contenuti originali Netflix: a quelli dedicherò magari un’altra classifica. Spero, in ogni caso, di non spoilerarti tutta la storia, così da garantirti una piacevole visione. Iniziamo!

#15. Veloce Come Il Vento

Risultati immagini per veloce come il vento

Al 15° posto troviamo Veloce Come Il Vento, non perché è il film peggiore, anzi! Giulia De Martino è una pilota che a soli diciassette anni partecipa al prestigioso campionato italiano di rally. Durante una delle prime gare del campionato, il padre ha un infarto e muore. Al funerale si presenta Loris, fratello maggiore di Nico e Giulia, che non vedono da 10 anni, ora tossicodipendente, ma un tempo pilota di talento. Loris pretende di tornare nella sua vecchia casa insieme alla propria compagna Annarella. Giulia e il piccolo fratello Nico, già abbandonati dalla madre, accettano solo perché, essendo ancora minori, dovrebbero altrimenti ricorrere all’assistenza sociale.

Si tratta di un film che dà una ventata di aria fresca al cinema italiano, film unico, che è riuscito ad essere apprezzato dalla critica.

#14. Eternal Sunshine Of The Spotless Mind

Risultati immagini per se mi lasci ti cancello

In Eternal Sunshine Of The Spotless Mind, Joel è allibito quando scopre che la sua fidanzata Clementine si è sottoposta ad un procedimento per cancellare il loro rapporto tumultuoso dalla sua memoria. Disperato, egli si rivolge all’inventore di tale procedimento, il Dr. Howard Mierzwiak, per farsi cancellare Clementine dalla propria memoria. I ricordi di Joel svaniscono progressivamente, ma durante il processo Joel riscopre il suo amore per Clementine. Dal profondo dei recessi della sua mente, Joel lotta per sfuggire al procedimento. Il Dr. Mierzwiak e la sua équipe si lanciano al suo inseguimento attraverso il labirinto dei suoi ricordi, ma diventa presto evidente che Joel non riesce proprio a togliersi Clementine dalla testa…

Un film, a mio parere, nettamente sottovalutato per quanto sia realmente bello, lasciando una scia malinconica all’interno di tutti gli spettatori.

#13. Lei (Her)

Risultati immagini per lei 2013

Al posto numero #13 c’è Lei, o Her in lingua originale. Theodore è impiegato di una compagnia che attraverso Internet scrive lettere personali per conto di altri, un lavoro grottesco che esegue con grande abilità e a tratti con passione. Da quando si è lasciato con la ragazza che aveva sposato, però, non riesce a rifarsi una vita: pensa sempre a lei e si rifiuta di firmare le carte del divorzio. Quando una nuova generazione di sistemi operativi, animati da un’intelligenza artificiale sorprendentemente “umana” arriva sul mercato, Theodore comincia a sviluppare con essa, che si chiama Samantha, una relazione complessa oltre ogni immaginazione.

Il film ottenne 5 candidature ai premi oscar, vincendone uno; comunque, fu acclamato dalla critica. Con un Joaquin Phoenix in super-forma, il film ci vuole raccontare una storia d’amore fuori dal comune, ambientato in un futuro prossimo.

#12. Smetto Quando Voglio

Risultati immagini per smetto quando voglio

12° posizione: Smetto Quando Voglio. Roma, un ricercatore universitario, in seguito al suo licenziamento, Pietro Zinni, sontuoso chimico, sintetizza con l’aiuto di un suo amico chimico una nuova sostanza stupefacente tra quelle non ancora messe al bando dal ministero. La cosa in sé è legale, lo spaccio e il lucro che ne derivano no. Ma fa lo stesso, i tempi sono questi. Pietro recluta così tutti i suoi amici accademici finiti in rovina, eccellenti latinisti, antropologi e quant’altro, e mette su una banda. Lo scopo è fare i soldi e vedersi restituita un briciolo di dignità. Le cose poi prendono un’altra piega…

Il film, a pochi anni dall’uscita, è già una pietra miliare nella cinematografia italiana, con un cast sorprendente. Un comedy-action da non perdere assolutamente.

#11. Prova A Prendermi (Catch Me If You Can)

Risultati immagini per prova a prendermi film

Frank W. Abagnale Jr. è il tipico ragazzo americano di buona famiglia degli anni ’60, ma l’improvviso dissesto finanziario del padre e il divorzio dei genitori lo costringono ad andarsene di casa. Ma come sbarcare il lunario? Ad esempio, ottenendo una divisa da pilota Pan Am, falsificando assegni della compagnia aerea e comprandosi una macchina marcatrice per alterare i numeri degli stessi. In poco tempo Frank, che cambia identità più velocemente dei propri abiti, diventa una delle priorità dell’FBI ed in particolare dell’agente Hanratty, esperto in frodi bancarie e come il suo antagonista solo al mondo.

Diretto da Steven Spielberg, viene considerato uno dei migliori film biografici dell’ultimo ventennio.

#10. Watchmen

Risultati immagini per watchmen 2009

Ottobre 1985. Un uomo precipita dall’alto di un palazzo di New York e una goccia di sangue macchia per sempre un sorriso. Edward Blake, il Comico, è morto, non è più tempo di scherzi. Rorschach era un suo collega ed ora è inquieto. Si è convinto che Blake fosse solo il primo della lista, qualcuno sta complottando contro gli avventurieri in costume e lui si deve affrettare ad avvertire gli ex compagni, ridotti all’inattività dal decreto Keene.

Film del 2009, diretto da Zach Snyder, Watchmen è un anti-cinecomic, intriso di monologhi, combattimento e una profondissima caratterizzazione dei personaggi e dei cattivi; inutile negare che aspetto la serie su Amazon Prime Video.

#9. Le Iene (Reservoir Dogs)

Immagine correlata

Los Angeles. Una rapina a un importatore di diamanti che avrebbe potuto dare un ottimo bottino, con un rischio calcolato, si trasforma in una sparatoria che costringe i malviventi a una fuga disordinata. C’è però un punto di ritrovo prestabilito da Joe, il loro capo. Si tratta di un deposito abbandonato che viene raggiunto per primi da Mr. White e Mr. Orange, gravemente ferito. 

Non c’è bisogno di esprimere commenti: il primo film di Quentin Tarantino, un cast mozzafiato, tante sparatorie e un arco narrativo spettacolare.

#8. Shutter Island

Risultati immagini per shutter island

Nel 1954, i due agenti federali Teddy Daniels e Chuck Aule vengono inviati con un battello a Shutter Island, a largo della East Coast, per investigare sull’improvvisa scomparsa di una pericolosa infanticida residente presso l’istituto mentale Ashecliffe, Rachel Solando.

Eccoci arrivati al film che ha sconvolto la mia esistenza: ovviamente non voglio fare spoiler, ma se non hanno dato a DiCaprio l’oscar per questa perfomance, “è perché è tutto un magna magna”. Spicca la splendida perfomance di Mark Ruffalo.

Martin Scorsese, ci regala un thriller ai confini tra lo psicologico e l’horror, andando fuori dal suo solito gangster movie americano.

#7. Steve Jobs

Immagine correlata

È il 1984 e manca pochissimo al lancio del primo Macintosh. Poi sarà la volta del NeXT nel 1988 e del iMac nel ’98. Scortato dal suo braccio destro, la fedelissima Joanna Hoffman, nel backstage che muta col mutare dei decenni e dei costumi, Steve Jobs affronta gli imprevisti dell’ultimo minuto, immancabili contrattempi che si presentano sotto forma di esseri umani e rispondono al nome di Lisa, sua figlia, di Chrisann Brennan, la madre di Lisa, Steve Wozniak, il partner dei leggendari inizi nel garage di Los Altos, John Sculley, CEO Apple, Andy Hertzfeld, ingegnere del software. Il film è suddiviso in 3 episodi.

Fessbender caccia dal cilindro una performance geniale, cinica e realista; di quella che è stata la storia prima di oggi, in cui la Apple è quello che è, ovvero una delle più grandi aziende di tutto il mondo.

#6. American Sniper

Immagine correlata

Il film di Eastwood ripercorre la vita del cecchino statunitense, uomo dalla ferrea educazione e dallo spirito patriottico, inevitabilmente dopato dopo la tragedia dell’11 Settembre 2001. American Sniper, che a prima vista potrebbe sembrare (solo) un war movie raccontato in prima persona, è in realtà una complessa analisi delle conseguenze, pubbliche e private, che la guerra scatena, con riflessioni per nulla banali sulla libertà di circolazione delle armi negli States, sul reinserimento nella vita civile dei militari al fronte e sul PTSD (= Post Traumatic Stress Disorder), il disturbo post-traumatico da stress che colpisce una fetta consistente dei reduci di guerra.

Un film che non sfocia mai nel patriottismo americano, con un Bradley Cooper devastante, non solo per la perfomance, ma anche per la sua letterale trasformazione fisica e mentale nei panni del cecchino statunitense.

#5. The Hateful Eight

Immagine correlata

Lungo i sentieri rocciosi del Wyoming, una diligenza corre più forte del vento. Un vento che promette furia e tempesta. Ultima corsa per Red Rock, la diligenza si arresta davanti al Maggiore Marquis Warren, diligence stopper e cacciatore di taglie nero che ha servito la causa dell’Unione. Ospitato con riserva da John Ruth, bounty hunter che crede nella giustizia, meno negli uomini, Warren lo rassicura sulle sue buone intenzioni. Il viaggio riprende, ma il caratteraccio di Daisy Domergue, canaglia in gonnella condotta alla forca, lo interrompe di nuovo. La sosta imprevista incontra e carica tra chiacchiere e scetticismo Chris Mannix, un sudista rinnegato promosso sceriffo di Red Rock. Incalzati dal blizzard, trovano rifugio nell’emporio di Minnie dove li attendono un caffè caldo e quattro sconosciuti. Interrogati a turno dal diffidente John Ruth probabilmente nessuno è chi dice di essere.


MI basterebbero solo 3 nomi per descrivere questo film: Samuel L. Jackson, Kurt Russel e Quentin Tarantino alla regia, nulla da aggiungere.

#4. Suburra

Risultati immagini per suburra film

Suburra, che si svolge nell’arco temporale di soli sette giorni, vede il litorale romano di Ostia oggetto di una grossa speculazione edilizia che lo sta trasformando pian piano in una piccola Las Vegas. Filippo Malgradi, politico corrotto e fortemente legato alla Malavita, ha un importante ruolo nella faccenda, in quanto il suo appoggio è fondamentale per la conclusione dell’affare. Se la politica non basta, occorre però anche l’intervento della Mafia, rappresentata a Roma da Numero 8, a capo di una famiglia molto potente che gestisce tutto il territorio. Non solo. Occorre anche l’appoggio della criminalità romana, rappresentata da Samurai, ultimo dei componenti della Banda della Magliana.

Sollima riesce a tirar fuori tutta la Roma corrotta all’interna di questo film, tutto sotto una pioggia fittissima che fa da cornice. Spicca la stella di Alessandro Borghi e si riconferma Pierfrancesco Favino; anche Claudio Amendola, andando contro tutte le spettative, riesce a dare una rappresentazione super convincente dello spietato samurai. Uno dei film italiani migliori degli ultimi anni.

#3. The Departed

Immagine correlata

Francis “Frank” Costello è un boss della malavita irlandese della città di Boston, Massachusetts. Sotto la sua tutela cresce un figlioccio di nome Colin Sullivan. Vent’anni dopo, Sullivan è una brillante recluta della Polizia di Stato del Massachusetts, inserita all’interno dell’unità speciale anticrimine. Parallelamente Billy Costigan, un altro ragazzo proveniente dagli stessi sobborghi di Boston, entra nella Polizia di Stato e viene inserito in un’operazione sotto copertura di cui sono a conoscenza solo il comandante Queenan e il sergente Dignam: deve infiltrarsi nella banda di Costello per incastrarlo. Costigan, dopo essersi fatto arrestare di proposito, riesce ad avvicinare il boss, che lo inserisce nella sua squadra criminale.

Scorsese torna nei suoi panni di vero gangster movie maker, con un film che è praticamente completo: monologhi, action, caratterizzazione dei personaggi, twist a non finire e un’altra marea di cose che devi assolutamente vedere di persona.

#2. American History X

Risultati immagini per american history x oscar

Un film sul razzismo e il neo-nazismo negli Stati Uniti e sulla fragilità psicologica di due fratelli, Derek e Danny, che alla vita tranquilla e borghese rispondono nella maniera più sbagliata, con l’odio e la violenza. Danny, il più giovane, ricorda con immagini in bianco e nero le bravate di Derek che lui ritiene un esempio da seguire. Uscito dal carcere, il maggiore rinsavisce (siamo dalle parti di Rusty il selvaggio) ma per il fratello è troppo tardi. Il mondo degli skinheads, nudo e crudo.

Prima pellicola di Tony Kaye, il film è qualcosa di inspiegabile. Un messaggio ed una fotografia profondissima e geniale; forse non basta un film per esprimere l’orrore a cui questi ragazzi vanno incontro. Kaye azzarda tantissimo e ne esce fuori senza neanche un graffio, con un argomento grande quanto un grattacielo; un tema che resterà attuale sempre, purtroppo. Con un Norton incredibile, il film fu acclamato dalla critica, tanto che lo stesso Norton fu candidato dall’Accademy come miglior attore protagonista.

#1. Forrest Gump

Risultati immagini per forrest gump

Al primo posto in assoluto di questa classifica non poteva non esserci Forrest Gump. Forrest è un ragazzo non proprio idiota, ma dal basso coefficiente di intelligenza. Tutti lo escludono o lo maltrattano, e poi ha una malformazione alle gambe. Ma quando si libera dei sostegni meccanici, egli diventa un corridore, poi un campione di baseball. Prima ha incontrato Elvis che ha ispirato certi passi. Forrest, in attesa alla fermata del pullman, racconta la sua storia a coloro che, uno dopo l’altro, si siedono vicino a lui in attesa dell’autobus. È stato in Vietnam, è diventando un eroe, ha stretto la mano a tre presidenti (Kennedy, Johnson e Nixon), ha assistito ai movimenti studenteschi, ha casualmente fatto esplodere il Watergate, ha suggerito le parole di Image a John Lennon e per tutta la vita è stato innamorato di una ragazza conosciuta fin da bambino. Certo, soffrirà come tutti: vedrà la morte di sua madre, del suo migliore amico e della ragazza, che rappresenta il rovescio della sua medaglia; inquieta, corrotta, irresponsabile, superficiale, dannosa, ma, si scoprirà, madre del figlio di Forrest. Alla fine rimane col suo bambino, insegnandoli i veri valori della vita.

Ok, forse mi prenderai per un paraculo, ma qui si va oltre la cinematografia: si va oltre l’oscar a Tom Hanks, oltre l’arco narrativo che sfiora la perfezione assolutistica di Platone, oltre la regia di Robert Zemeckis, oltre tutto. Qui c’è sopra tutto e tutti un valore affettivo: le emozioni che questo film trasmette sono inarrivabili, tutto incorniciato da una colonna sonora che ha già un posto nella storia.